I mirtilli sono ricchissimi di benefici per la nostra salute, che vanno dalla riduzione del colesterolo alla prevenzione del cancro, dalla protezione dei reni alla stitichezza. Di seguito ti spieghiamo come piantare i mirtilli a casa, per averli sempre a portata di mano.

Prima di tutto bisogna scegliere un luogo adeguato, in quanto i mirtilli hanno bisogno di un terriccio di qualità e di molta luce solare. Quest’ultima creerà tutte le condizioni necessarie per la fotosintesi, vitale per la crescita della pianta.

L’ideale è disporre di un giardino, ma basta anche un balcone. Bisogna considerare che la pianta ha bisogno di circa 1,8 metri di spazio in altezza e circa 1 metro in larghezza.

Si suggerisce di piantare i mirtilli in autunno o primavera. La tecnica di propagazione più semplice per il mirtillo e la talea. Si effettua attraverso l’utilizzo di piccoli rami o di radici.

Usando un piccolo vaso e del terriccio con pH acido, si inseriscono i rametti e le radici ben distanziati l’uno dall’altro. Bisogna bagnare il terriccio una volta o due giorni: bisogna tenerlo sempre umido.

Quando le piantine avranno raggiunto una dimensione media bisognerà trasferirle in un contenitore più capiente.

Una volta cresciuta la pianta, si suggerisce di potare con regolarità, per permettere ai rami più forti di crescere meglio.

Fonte: http://www.rimedio-naturale.it/come-piantare-i-mirtilli-a-casa.html