Migliorare la circolazione sanguigna ci garantisce un ottimo trasporto dell’ossigeno e dei principi nutritivi verso ognuna delle cellule dell’organismo.

Essa si mantiene attiva grazie al lavoro continuo dei muscoli cardiaci, che pompano affinché tali elementi arrivino a tutti gli organi del corpo.

È fondamentale, pertanto, mantenerla in condizioni ottimali adottando abitudini sane.

Sebbene esistano molti fattori che possono alterarla, ci sono anche diversi rimedi di origine naturale che migliorano la circolazione sanguigna.

Oggi vogliamo condividere con voi alcune soluzioni a base di erbe medicinali che, grazie alle loro proprietà, evitano la formazione di coaguli, varici e altri disturbi associati alla cattiva circolazione.

Cosa aspettate a provarle?

Erbe medicinali per migliorare la circolazione sanguigna

1. Infuso di olmaria

Olmaria

L’olmaria è una delle erbe che ci aiutano a migliorare la circolazione sanguigna, in quanto apporta grandi quantità di sostanze e flavonoidi che proteggono il sangue e la salute arteriosa.

I suoi antiossidanti evitano la formazione di placche di colesterolo e stimolano l’eliminazione delle tossine.

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • 2 cucchiai di foglie di olmaria (10 g)

Preparazione

  • Riscaldate una tazza d’acqua e preparate un infuso con le foglie e i fiori di olmaria.
  • Fate riposare per 10 minuti, filtrate e poi ingerite la bevanda.

Modalità di consumo

In caso di problemi circolatori, assumete 2 o 3 tazze di rimedio al giorno.

2. Infuso di corteccia di salice

La corteccia di salice è uno dei rimedi a base di erbe per eccellenza per migliorare la circolazione sanguigna e ridurre il rischio di malattie cardiache.

Tali benefici derivano dal suo apporto di acido salicilicolo stesso principio attivo dell’aspirina.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di corteccia di salice (5 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

Unite la corteccia di salice a una tazza d’acqua bollente e lasciate riposare per 10 minuti.

Modalità di consumo

Dopo aver filtrato la bevanda, bevetela una volta al giorno.

Nota: questo rimedio non deve essere ingerito da persone allergiche all’aspirina. Non è consigliato nemmeno in caso di ulcere e asma.  

3. Infuso di rosmarino e melissa

Tisana al rosmarino

L’infuso elaborato con rosmarino e melissa è un tonico circolatorio che facilita il trattamento delle varici, i vasi rotti e altri problemi infiammatori associati al cattivo flusso sanguigno.

Ingredienti

  • Un cucchiaino di rosmarino (5 g)
  • Un cucchiaino di melissa (5 g)
  • Una tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete il rosmarino e la melissa in una tazza d’acqua bollente.
  • Coprite la bevanda e poi lasciatela riposare per 10 minuti.

Modalità di consumo

Consumate l’infuso 2 volte al giorno per almeno 3 volte alla settimana.

4. Infuso di ginkgo biloba

Quest’erba è uno dei rimedi più popolari per trattare i problemi circolatori e infiammatori.

Le sue proprietà diuretiche contrastano la ritenzione idrica e grazie ai suoi antiossidanti, è ideale per eliminare le tossine e il colesterolo.

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaio di ginkgo biloba (10 g)

Preparazione

  • Fate bollire una tazza d’acqua e quindi aggiungete il ginkgo biloba.
  • Fate raffreddare la bevanda per 10 minuti e poi filtratela.

Modalità di consumo

Bevete l’infuso a metà mattina tutti i giorni.

5. Infuso di coda cavallina

Coda cavallina

Nota per le sue proprietà diuretiche e antinfiammatorie, la coda cavallina è un’erba ideale per combattere i disturbi circolatori.

I suoi minerali essenziali riducono la ritenzione idrica e aiutano a migliorare la circolazione sanguigna, soprattutto nella zona inferiore del corpo.

Bisogna anche ricordare che pulisce le arterie evitando l’accumulo di colesterolo e trigliceridi.

Ingredienti

Preparazione

  • Versate la tazza d’acqua in una pentola e quindi portatela a ebollizione.
  • Quando comincia a bollire, aggiungete la coda cavallina e riducete la fiamma al minimo.
  • Lasciate che cucini per circa 2 minuti e poi togliete dal fuoco.
  • Fate riposare l’infuso finché non raggiunge una temperatura adatta al consumo.
  • Filtrate e servitela.

Modalità di consumo

  • Assumete tra le 2 e le 3 tazze di infuso di coda cavallina qualora soffriate di problemi circolatori.
  • Ripetete il trattamento per circa 2 settimane oppure assumetelo 3 volte alla settimana.

Pensate di aver bisogno di migliorare la vostra circolazione? Se avvertite dolori agli arti oppure se notate che vi sono comparse delle varici nelle gambe, scegliete uno di questi rimedi naturali per ristabilire il corretto flusso sanguigno.

Ovviamente ricordate che, oltre a  ingerirlo regolarmente, dovete integrare il suo consumo con una buona dieta ed esercizio fisico.