L’anice stellato viene dalla Cina, ed è stato usato sin dai tempi antichi per trattare una serie di patologie, soprattutto i problemi digestivi.

Inoltre, possiede proprietà espettoranti, stimola l’allattamento, è carminativo ed eupeptico.

Nella maggior parte dei paesi orientali viene usato come profumo, in quanto è una pianta aromatica. Viene usata anche nella produzione di incensi, che vengono esposti in templi religiosi e luoghi di meditazione.

L’anice stellato va consumato con le dovute precauzioni: non bisogna superare la dose di 3 grammi al giorno e non bisogna consumarlo in gravidanza o allattamento.

L’anice stellato allevia la tosse, cura diarrea, gas e digestioni pesanti, aiuta il sistema circolatorio, tonifica il cuore, facilita la respirazione, calma coliche intestinali e dolori reumatici.

Essendo un carminativo, ti aiuta ad eliminare i gas e quindi ridurre il gonfiore addominale. Le sue proprietà espettoranti invece lo rendono ottimo a trattare malattie quali tosse, bronchite e asma.

Se consumato dopo i pasti, l’anice stellato ti aiuta a diminuire il livello di zucchero nel sangue, aiutandoti a trattare il diabete.

Puoi consumarne l’infuso, che troverai facilmente in erboristeria.

via Rimedio Naturale