Ma c’è un’area problematica che non sembra mai migliorare; il mio naso è unto e pieno di minuscole pozzanghere di crema nera. In effetti, è centrale di punti neri. Passo ore a spremere e spingere il naso solo per ritrovarlo alla normalità entro pochi giorni. Così sono andato a vedere Michelle Cashen al Privet Body di Notting Hill per ottenere un lifting facciale di immagine che speravo di eliminare il problema una volta per tutte. Ma dopo una prima consultazione, mi è stato detto che i miei punti neri non erano dopotoni. Michelle è una terapista dermica senior e lei dice che di volta in volta vede “i clienti che arrivano per un trattamento viso e proclama” ho così tanti punti neri sul naso”.

“Accendo la mia lampada magica ed eseguo un consulto, sbuccia la loro pelle e basso ed ecco – non hanno i punti neri; hanno filamenti pori o sebacei. Ecco dove vengo per educarli, sapendo che la differenza è vitale per un trattamento viso personalizzato “. Il problema, dice, è che siamo nel bel mezzo di un’epidemia “anti-comedone“, con il ronzio di maschere a strappo color carbone e strisce per il naso che portano le persone a pensare che stiano annegando nei punti neri. Ho chiesto a Michelle di spiegare esattamente quello che molti di noi hanno a che fare e come trattare la nostra pelle non nera.

‘Molto semplicemente, i pori sono l’apertura nella pelle. “I pori avranno un modello uniforme e coerente sulla pelle. Nel corso della giornata, trucco, olio e inquinamento si sistemeranno lì. Questo è il motivo per cui è fondamentale pulire la pelle nell’am e nel pomeriggio. “Lo scopo del poro è di contenere olio e idratare la pelle. Questo viene fatto attraverso filamenti sebacei, che sono minuscoli peli che agiscono come un ponte e aiutano a trasportare l’olio sulla superficie della pelle. Questa è una normale e necessaria funzione della pelle e di come la pelle idrata naturalmente! “Se hai usato le maschere al carbone di tendenza o le strisce dei pori, è più che probabile ciò che stai vedendo. “Se una sostanza tan / cremosa viene espulsa quando un poro viene compresso, non è un punto nero; è, infatti, un filamento sebaceo. Per le ragioni sopra esposte, questi aiutanti di idratazione dovrebbero essere lasciati in pace per svolgere la loro funzione. La spremitura cronica dei pori può provocare un’elasticità rilassata che può rendere il poro più prominente. ‘Tuttavia, qualcuno con pelle oleata potrebbe avere pori più grandi a causa della pelle che espelle naturalmente più olio. Da non preoccuparsi! Una routine per la cura della pelle personalizzata, compreso un detergente profondo con un acido alfa idrossi, sarà sufficiente per mantenere i pori puliti e bilanciare la produzione di olio. “Ricorda, i pori non sono porte; non possono aprire e chiudere. Non hanno muscoli volontari! Le dimensioni e la posizione dei pori sono determinate geneticamente (grazie, mamma e papà!). “In secondo luogo, l’uso eccessivo di prodotti aggressivi, non sufficientemente esfolianti e, a volte, una scarsa igiene comporterà un maggiore accumulo di petrolio e un successivo allungamento del poro. Tossine, trucco e sostanze chimiche che restano nella pelle e impediscono la naturale rigenerazione cellulare. Questo accumulo si comporta come uno scudo occlusivo che impedisce alla pelle di funzionare in modo ottimale, portando la pelle lungo il percorso verso la congestione, lo squilibrio oleoso e causando una pelle letargica che non funziona al suo meglio.

Ok … allora cosa sono i punti neri?

I punti neri sono generalmente leggermente sollevati e non sono uniformi. “Di solito si trovano in aree che producono olio in eccesso e hanno pori dilatati, ovvero naso, mento, schiena, e di solito sono di colore grigio / nero nella parte superiore a causa dell’ossidazione dell’olio con l’aria. Quando vengono strizzati, i punti neri sono fermi come una spina. “I punti neri si formano per eccessiva produzione di olio nella pelle, oltre a non pulire e esfoliare sufficientemente, o farlo con una cura della pelle inadatta. Questi possono includere prodotti per la cura della pelle eccessivamente aggressivi, come sieri duri e detergenti ed esfolianti che si asciugano eccessivamente. “

Come dovresti trattare i pori?

“I pori possono bloccarsi e trasformarsi in un punto nero se non viene rispettata la corretta routine della pelle. Questo è essenzialmente ciò che i punti neri sono – i pori bloccati! “ Le maschere di argilla sono le migliori per mantenere puliti i pori, poiché assorbono l’olio in eccesso. Detergenti o sieri contenenti acido salicilico sono i tuoi migliori amici per scollare i punti neri.

… Non c’è modo di restringere i pori?

“No, ma puoi tenerli puliti con cure domiciliari e trattamenti per il viso che li rendono più stretti per apparire più piccoli, ovvero aghi, bucce, toner. L’acqua ghiacciata rimpicciolirà solo temporaneamente i vasi sanguigni che circondano i pori. “ La buona notizia è che puoi mantenere i pori liberi in modo che appaiano meno evidenti.

Il mio viso è successo a strati, con una doppia pulizia per liberarmi davvero di tutto quell’inquinamento e gunk prima di avere la pelle sgrassata per rimuovere l’eccesso di lipidi. Il prossimo era una miscela buccia di enzimi, vitamina C e acido ialuronico. “Gli enzimi elimineranno la cellula della pelle morta come un effetto di Pac-man in modo che la pelle assorba la vitamina C e l’HA”, ha spiegato Michelle. “La vitamina C è sorprendente per la luminosità, l’idratazione, il rafforzamento della fragile parete dei capillari, la produzione di collagene ed elastina attraverso la stimolazione dei fibroblasti. L’acido ialuronico idrata e si schiude la pelle. Ha 1000 volte il suo peso in acqua. È sorprendente per la pelle disidratata o le linee sottili e le rughe … si comporta come un effetto popcorn su linee sottili!”

via GloboChannel