Se Hollywood avesse voluto fare un film su un’orribile invasione di piante, i “panini giganti” diventerebbero un ottimo candidato per il ruolo principale: sono assolutamente massicci, incredibilmente tossici e facilmente diffusi ovunque i loro semi attecchiscano. Elencato come una pianta nociva in almeno otto stati , a giugno il gigante hogweed ( Heracleum mantegazzianum ) è stato avvistato in Virginia per la prima volta e gli abitanti del posto sono stati avvisati di stare alla larga. E ora ha causato ustioni di terzo grado in un adolescente virginiano.

Secondo i resoconti del Massey Herbarium dell’Università Virginia Tech di giugno, circa 30 di queste piante torreggianti sono state trovate nella contea di Clarke, e la gente del posto è stata avvertita di tenere d’occhio gli avvistamenti.  Ma il venerdì, è stato riferito che un ragazzo di 17 anni “ha brevemente spazzato” un gambo canaglia della pianta gigante mentre si trovava in un lavoro paesaggistico. E quel piccolo contatto era sufficiente per atterrarlo nell’unità di ustioni dell’ospedale del Commonwealth della Virginia.  Secondo quanto riferito, è il primo paziente che l’ospedale ha trattato per una ferita legata a un panace.

Originaria della regione del Caucaso, la pianta statuaria sembra un’enorme versione mutante del benevolo hogweed comune, ma può causare gravi ustioni se si sfiora le setole sugli steli.  Quelle setole, insieme al resto della pianta, emettono una brutta linfa che irrita chimicamente la pelle causando fototossicità – gravi danni alla pelle attraverso l’esposizione alla luce solare e ai raggi UV. Di conseguenza, si possono ottenere vesciche enormi e trasudanti che possono lasciare cicatrici e fotosensibilità per molti anni (si possono vedere alcune foto NSFW di vesciche giganti causate da bolle di sapone presenti qui). Un esempio di ustione:

Ma a meno che tu non abbia familiarità con il suo orribile segreto, potresti pensare che il panace gigante sia bello – queste grandi piante possono crescere più di 4 metri (14 piedi) di altezza, diffondendo le loro enormi foglie e producendo enormi ammassi di fiori bianchi a forma di ombrello.

Dopo che la Gran Bretagna ha commesso l’errore nel 19 ° secolo, come una pianta da giardino “ornamentale”, è stata introdotta in Nord America solo pochi decenni dopo, e da allora è stata una battaglia per fermare la marcia del mostro in fiore attraverso il continente.  Una volta che hai un’infestazione, ci vuole un sacco di lavoro per controllare il panace gigante per prevenire la sua diffusione, poiché i suoi semi – ogni pianta può perdere migliaia – rimangono vitali nel terreno per diversi anni. “In alcuni casi, una gigantesca infestazione di hogweed è meglio controllata usando diversi metodi in combinazione o in successione – in altre parole, un piano di attacco a due, tre o anche quattro,” spiega il Dipartimento di Conservazione Ambientale di New York (NYDEC) ).

Questi metodi comportano il taglio delle radici delle piante, la rimozione delle teste dei semi, la loro falciatura quando sono ancora piccole e persino il dosaggio dell’intero con erbicida. Ovviamente, andare da qualche parte vicino a un panace gigante richiede equipaggiamento protettivo. Stranamente, H. mantegazzianum non è nemmeno l’unica erba dell’orrore che è arrivata ad affliggere il mondo dalle sue origini caucasiche. La specie strettamente correlata di H. sosnowskyi , scoperta in Georgia negli anni ’30, fu introdotta nell’Unione Sovietica per crescere come mangime per il bestiame. Foto:

In questi giorni, è di gran lunga la pianta più spaventosa che si possa trovare negli Stati baltici e in Polonia, dove è considerata altamente invasiva.  È facile immaginare che un giorno lontano nel futuro, quando gli esseri umani saranno tutti morti, interi strati del nostro pianeta potrebbero essere ricoperti da questa pianta incredibilmente tossica e in rapida crescita. Scrittori di film, prego. Per conoscere l’identificazione del gigante hogweed e confrontarlo con i comuni sostegni, controlla qui il sito NYDEC . Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

 

L’articolo Questa pianta può provocare vesciche enormi sulla pelle, ecco come riconoscerlaproviene da Globo Channel – web, curiosità, scienza, tecnologia, record mondiali, video-tutorial dall’italia e dal mondo.